CIP Eco-innovation

Il rapporto tra Ceramiche Gardenia Orchidea e il programma comunitario CIP Eco-Innovation inizia nel settembre 2008, quando l’azienda presenta il progetto NATSTOCER, approvato da EACI nel giugno 2009.

NATSTOCER (NATural STOne CERamics) si propone di industrializzare un innovativo trattamento per la produzione di piastrelle ceramiche simili alla pietra naturale, in grado di sostituire completamente l’attuale fase di finitura superficiale e rendendo possibile tali lavorazioni anche su superfici strutturate.
Ciò comporterà importanti progressi a livello ambientale, nello sfruttamento più efficiente delle materie prime, nel consumo di acqua e nella minore produzione di rifiuti.

Per maggiori dettagli sul progetto, visita l’apposita sezione.

Nel settembre 2009, Ceramiche Gardenia Orchidea presenta altri due progetti ad EACI: WAP-WIR ed ECO BULL-NOSE 2.0. Entrambi ottengono il sostegno CIP Eco-Innovation nel luglio 2010.

WAP-WIR (WAll’s Panel WIthout Resin) si propone di ridurre l’impatto ambientale della produzione dei materiali decorativi a rilievo e a basso-rilievo, comunemente realizzati in resina.
Il progetto prevede infatti la sostituzione delle resine, dei solventi volatili e dei pigmenti pericolosi utilizzati con matrici polimeriche composite miscelate a polveri di pietra naturale e di vetro, con un processo a bassissime temperature.

Per maggiori dettagli sul progetto, visita l’apposita sezione.

ECO BULL-NOSE 2.0 è la naturale evoluzione del progetto Eco Bull-nose, realizzato con il contributo di LIFE da Tecnoceramica, partner di Gardenia in questo progetto.
Scopo del progetto è quello di ridurre l’impatto ambientale della fase di lavorazione per la produzione di una determinata tipologia di pezzi speciali, nella fattispecie i bull-nose, grazie all’utilizzo di apposite mole realizzate in materiale polimerico e ad un sistema di separazione in continuo di acqua e reflui abrasivi dai fanghi di taglio e di profilatura.

Per maggiori dettagli sul progetto, visita l’apposita sezione.

Per maggiori dettagli sullo strumento CIP Eco-Innovation, visita l’apposita sezione.