Cos’è CIP ECO-INNOVATION

Cip-eco-innovation L’iniziativa della Commissione Europea “CIP Eco-Innovation First Application and Market Replication Projects (CIP Eco-Innovation)” è parte del “Entrepreneurship and Innovation Programme (EIP)” che mira a supportare l’innovazione e le piccole e medie imprese (PMI) nell’Unione Europea. L’EIP ha l’obiettivo di sviluppare un migliore accesso ai finanziamenti per le PMI, maggiori servizi di sostegno alle imprese e all’innovazione attraverso una rete di centri regionali e il sostegno per una politica che incoraggi lo spirito imprenditoriale e l’innovazione.
L’EIP è parte del programma generale CIP (Competitiveness and Innovation Programme) che mira a favorire la competitività delle imprese europee. Con le PMI come obiettivo principale, CIP comprende anche azioni che incoraggino un migliore assorbimento ed uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) e promuove un maggiore uso di energie rinnovabili e di efficienza energetica. Con l’obiettivo di colmare il divario tra ricerca e mercato, i programmi CIP contribuiscono all’attuazione del Piano d’azione per le tecnologie ambientali (ETAP) dell’Unione Europea.

Cip_2
CIP Eco-innovation, in particolare, mira a sostenere la prima applicazione o la replica di mercato di tecniche, processi, prodotti, servizi o pratiche di interesse comunitario ed ecoinnovativi che siano già stati dimostrati con successo ma che, a causa di rischi residui o barriere varie, non abbiano ancora penetrato il mercato. Cip Eco-innovation si prefigge quindi l’obiettivo di contribuire a rimuovere gli ostacoli che impediscono lo sviluppo e l’ampia applicazione della eco-innovazione, di promuovere approcci innovativi e integrati all’eco-innovazione per la progettazione di prodotti, processi e servizi eco-compatibili, di accrescere le capacità di innovazione delle imprese, di creare o ampliare i mercati per i prodotti e i servizi connessi e di migliorare la competitività delle imprese dell’Unione europea sul mercato mondiale. I progetti devono mirare a ridurre l’impatto ambientale, aumentando l’efficienza nell’utilizzo delle risorse o migliorare le prestazioni ambientali delle imprese, in particolare le PMI. Aree prioritarie del programma saranno riferite a quei settori che hanno un considerevole impatto ambientale come l’edilizia (uso più razionale delle risorse, riciclo dei rifiuti e degli scarti con particolare attenzione all’acqua, ottimizzazione dei processi produttivi) e il riciclo dei materiali e dei rifiuti (metodi migliori di smaltimento dei rifiuti, facilitazioni del processo di riciclo dei materiali, incremento nel numero di materiali di scarto riciclati, promozione di prodotti ottenuti con materiali riciclati o con processi a basso impatto ambientale).

Il programma CIP Eco-innovation è stato emanato dalla “Executive Agency for Competitiveness and Innovation (EACI)”. Creata dalla Commissione Europea nel 2003, l’EACI è la prima delle nuove agenzie esecutive istituite per aiutare la Commissione Europea a tradurre le politiche in azione in maniera più efficiente e con risultati migliori, permettendo alla Commissione stessa di concentrarsi sui suoi compiti istituzionali.